L'Associazione Nazionale dei Condifesa – Asnacodi – costituita nel 1982, è l’organizzazione che riunisce circa 60 Consorzi di difesa, associazioni di agricoltori che istituzionalmente hanno lo scopo di gestire strumenti di gestione dei rischi che danneggiano il reddito degli agricoltori. Possono associarsi ad ASNACODI i Consorzi e gli altri Organismi di difesa, riconosciuti ai sensi dal D.lgs. 29 marzo 2004 n.102 e successive modificazioni ed integrazioni.

L’agricoltura è un fattore di ricchezza e valore aggiunto per il Paese e la superiorità del Made in Italy alimentare viene attribuita al rispetto di leggi più severe, alla bontà e freschezza della produzione, alla garanzia di maggiori controlli, in pratica al sistema agroalimentare che vede le imprese agricole perno attorno a cui ruota tutta la filiera.

Il legame indissolubile di questa attività con il territorio ne fa un elemento indispensabile anche per il mantenimento dell’occupazione, in agricoltura e nell’indotto, data la impossibilità di delocalizzare la vera produzione agricola italiana, che pertanto dobbiamo difendere e salvaguardare con tutti gli strumenti disponibili.

Come tutti gli imprenditori, anche chi svolge attività agricola deve produrre reddito, ma in agricoltura il rischio biologico e atmosferico, aumentato dall’accentuarsi dell’incidenza dei cambiamenti climatici, incide in modo sempre più grave e imprevedibile sulle possibilità dell’imprenditore di programmare l’attività. Tali fattori di incertezza si complicano per le conseguenze dell’apertura dei mercati che espone le imprese agricole alla concorrenza mondiale, cioè a competere con altri imprenditori agricoli che operano in Stati, dove esistono diversi strumenti di tutela sotto questo profilo.

La gestione dei rischi costituisce una delle priorità della Politica Agricola dell’Unione Europea e l’Italia ne ha saputo cogliere l’importanza strategica per il Paese, adottando il Piano di sviluppo rurale nazionale consentendo agli agricoltori di conseguire contributi per utilizzare queste misure. L’agricoltura peraltro è uno dei settori in cui maggiormente si stanno realizzando significative applicazioni delle innovazioni tecnologiche che si dimostrano utili sia per la prevenzione e la conoscenza dei fenomeni che per la valutazione delle produzioni e dei danni.

Protagonisti di questa attività sono i Consorzi di difesa, associazioni di agricoltori che stipulano per conto dei loro associati polizze collettive e gestiscono fondi di mutualità, per tutelare il reddito agricolo soggetto a crisi determinate da eventi naturali o crisi di mercato.

ASNACODI svolge a livello nazionale compiti di coordinamento, rappresentanza e tutela, dei Consorzi di Difesa associati, promuove l'attuazione di politiche pubbliche a livello nazionale e dell’Unione Europea, lo sviluppo di iniziative legislative, d'intesa con le Organizzazione agricole di riferimento, Coldiretti, Confagricoltura e CIA.

In particolare, partecipa alla Commissione per la redazione del Piano di gestione dei rischi in agricoltura.

Nelle loro attività ASNACODI e i Condifesa hanno assunto il ruolo e la responsabilità di affiancare e orientare le imprese agricole sul percorso della competitività e della difesa del Made in Italy, diventando nel tempo un sistema di centri di competenze specialistiche nella prevenzione e gestione dei rischi.

L’evoluzione del settore agroalimentare richiede ad ASNACODI e ai Condifesa di sperimentare in forma aggregata e strutturata l'efficacia dei Fondi mutualistici in aggiunta alle soluzioni assicurative.

 


L'Associazione Nazionale dei Condifesa – Asnacodi – costituita nel 1982, svolge a livello nazionale compiti di coordinamento, rappresentanza e tutela, dei 62 Consorzi di Difesa associati operanti nel settore della prevenzione e gestione dei rischi d'impresa in agricoltura.

Recapiti
Via Bergamo 3 00198 - Roma (RM)
06 - 44.24.37.52 - F. 06/44.24.42.52
comunicazioni@asnacodi.it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
Strony internetowe