Purtroppo la situazione dei rimborsi che gli agricoltori devono ancora avere non è esattamente quella illustrata nel comunicato del Ministero, afferma il Presidente di ASNACODI, Albano Agabiti. Mancano 500 milioni in realtà nelle tasche degli agricoltori poiché non è stato pagato nulla per il 2015, 2016 e 2017 dei contributi per zootecnia e strutture, esclusivamente a carico del bilancio nazionale, che ammontano a più di 39 milioni di euro. Inoltre mancano 208 milioni per il 2017 per le sole colture vegetali pagabili con i fondi UE rispetto ai 170 citati dal Ministero “per le polizze ad oggi pervenute”: ma le altre polizze non si riescono a mandare perché le più importanti realtà associative non sono riuscite ad inviarle per i problemi informatici e burocratici ancora non risolti. Quindi ai 227 milioni mancanti, secondo il Ministero, si devono aggiungere 30 milioni per il 2015 e 2016 di contributi UE, 39 di contributi nazionali sui tre anni e almeno 208 milioni per il 2017: il totale fa più di 500 milioni fino ad oggi.

“Ma c’è di più – continua il Presidente Agabiti – con la tempistica prevista dal Ministero, anche se fosse rispettata, si pagherebbero in media 28 milioni al mese: quest’anno continueremo quindi ad essere esposti  con lo stesso mezzo miliardo. Sono necessarie, riafferma il Presidente Agabiti, azioni straordinarie che non sono state minimamente previste, e domani, 30 maggio, apriremo l’Assemblea di ASNACODI davanti al Ministero delle politiche agricole, al fine di sensibilizzare sulla reale dimensione del problema.”

 

0
0
0
s2smodern


L'Associazione Nazionale dei Condifesa – Asnacodi – costituita nel 1982, svolge a livello nazionale compiti di coordinamento, rappresentanza e tutela, dei 62 Consorzi di Difesa associati operanti nel settore della prevenzione e gestione dei rischi d'impresa in agricoltura.

Recapiti
Via Bergamo 3 00198 - Roma (RM)
06 - 44.24.37.52 - F. 06/44.24.42.52
comunicazioni@asnacodi.it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
Joomla Extensions