CONVEGNO CAMBIAGRI – 27 NOVEMBRE 2018 – RETE CARPANETA – Bigarello (MN)

 

INCONTRO A MANTOVA PRESSO LA SEDE DELL’ASSOCIAZIONE REGIONALE ALLEVATORI LOMBARDIA

CONSEGUENZE DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI: ANCHE GLI ALLEVAMENTI ENTRANO IN CRISI

Una interessante analisi delle strategie di intervento dei produttori padani di latte e carne

Allevatori, tecnici e dottori agronomi si sono incontrati per fare il punto delle conseguenze derivanti dal riscaldamento globale che sta caratterizzando il nostro clima. Dopo il saluto e l’introduzione del Presidente di CO.DI.MA., Gorni, un primo intervento, del dottor agronomo Marco Bellini, ha presentato la realtà produttiva di regione Lombardia dove nelle provincie di Brescia, Mantova e Cremona si concentra l’allevamento del bovino da latte. Il dott.agr. Bellini ha poi illustrato come le produzioni e le principali caratteristiche del latte, in gran parte destinato alla trasformazione nelle Dop Grana Padano e Parmigiano Reggiano, risentano dell’andamento climatico con particolari influenze negative nei mesi estivi più caldi.

Particolarmente interessante la relazione di G. Matteo Crovetto, professore presso il Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Università degli Studi di Milano, dalla quale sono emersi aspetti molto rilevanti in merito alla produzione di gas clima alteranti dell’attività agricola ed in particolare dell’allevamento del bovino da latte. Recenti studi hanno evidenziato come l’incidenza di questi gas per litro di latte prodotto sia minore negli allevamenti ad alta produzione rispetto agli allevamenti meno spinti ed a quelli biologici. Il prof. Crovetto ha poi ribadito l’importanza di una informazione basata su dati scientifici e non sull’emotività, per avere una reale percezione del problema e soprattutto per intraprendere appropriate azioni di contenimento.

A fine lavori è stata presentata una concreta iniziativa del CO.DI.MA. che, in qualità di capofila di un progetto condiviso con Condifesa Lombardia Nord Est, Condifesa di Pavia e ASNACODI - nell’ambito di un finanziamento della Regione Lombardia sul PSR 2010-2020 – ha sviluppato la APP Cambiagri, disponibile per ios e android, che mira a fornire puntuali, professionali e tempestive informazioni sull’andamento meteorologico per l’area scelta dall’utente anche con l’ausilio di notifiche / allerte fitosanitarie e meteo.

La APP ha già trovato ampia sperimentazione nel corso del 2018 ed è stata presentata nel dettaglio dalla società “Radarmeteo”, incaricata della realizzazione. Il servizio, limitato alla regione Lombardia ha coinvolto, nel suo primo anno di attivazione, oltre 500 utenti per 700 differenti località, diffondendo 230 bollettini meteo e circa 45.000 notifiche di allarme temporali.

Il direttore di ASNACODI, Paola Grossi, ha concluso l’incontro riaffermando l’impegno del sistema ASNACODI – CONDIFESA nell’utilizzo delle nuove tecnologie applicate agli strumenti di gestione del rischio, per sostenere la produttività delle imprese agricole, l’impegno verso una gestione sempre più sostenibile dell’attività, anche per prevenire i danni da calamità naturali, epizoozie e fitopatie, l’intensificazione del rapporto con i soci per una sempre maggiore consapevolezza della possibilità di far fronte adeguatamente ai cambiamenti climatici.

 

0
0
0
s2smodern


L'Associazione Nazionale dei Condifesa – Asnacodi – costituita nel 1982, svolge a livello nazionale compiti di coordinamento, rappresentanza e tutela, dei 62 Consorzi di Difesa associati operanti nel settore della prevenzione e gestione dei rischi d'impresa in agricoltura.

Recapiti
Via Bergamo 3 00198 - Roma (RM)
06 - 44.24.37.52 - F. 06/44.24.42.52
comunicazioni@asnacodi.it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
Joomla Extensions