Un progetto nazionale ma radicato sui territori, così potrebbe essere riassunto il grande
piano che sta alla base della nomina a direttore di Asnacodi di Andrea Berti. Viva
soddisfazione da parte del presidente Albano Agabiti che ha sin da subito condiviso le
basi del progetto. Nominato ad unanimità dal Consiglio di Amministrazione Berti, si
accinge a prendere la guida dell’associazione nazionale a partire dal primo giugno.
“Le idee sono chiare – spiega Albano Agabiti – gli obiettivi da raggiungere e condivisi con
il nuovo direttore sono molteplici a partire dalla necessità di raggiungere alcuni
importanti traguardi fissati dal PSRN su tutti perseguire una distribuzione
omogenea territoriale in tutto il Paese degli strumenti di Gestione del Rischio e
l’evoluzione di quest’ultimi in termini di estensioni delle garanzie, da attivare con
una complementarietà fra i diversi strumenti. Colgo l’occasione per ringraziare
l’avvocato Paola Grossi per la fattiva collaborazione, che in parte continuerà, e per un
augurio sincero di buon lavoro in relazione al suo nuovo incarico”.
“Il progetto che ho in mente e condiviso con Presidente e Consiglio di Amministrazione –
evidenzia Berti – vede al centro i territori e le loro diverse peculiarità. Miriamo a creare
un team di esperti del quale faranno parti i direttori dei diversi Condifesa che potranno
reciprocamente mettere a disposizione e scambiarsi idee e strumenti innovativi
sviluppati nelle proprie aree di competenza. Il percorso sarà basato su due concetti:
concertazione e scambio tra i diversi attori della filiera che si renderanno disponibili a
creare percorsi virtuosi al servizio del settore. Il tutto coordinato e coniugato a sistema
dalla sede di Roma. Un pool di esperti territoriali che per aree di competenza sono
chiamati ad operare con uno sguardo nazionale”.
Sono molti gli ambiti operativi che il nuovo direttore si troverà a dover affrontare e non
si farà trovare impreparato: “innovazione delle polizze, comunicazione, credito, fondi,
polizze parametriche, utilizzo rilevazioni satellitari, strumenti dell’agricoltura di
precisione, big data e sistemi di supporto alle decisioni, sono i settori da sviluppare
senza indugio. È necessario che il settore agricolo, fortemente legato alle tradizioni
e ai ritmi delle stagioni, sviluppi un nuovo paradigma. Approccio scientifico, tempi di
reazione coerenti con la nuova velocità dell’evoluzione del contesto economico,
specializzazione e competenza dei responsabili e obiettivi di sistema strategici dovranno
essere le condizioni di governo per poter garantire alle imprese gli strumenti e le
soluzioni di protezione per affrontare in serenità le sfide future” – conclude Berti.
Andrea Berti, Trentino, laureato in economia e da sempre legato al mondo della gestione
del rischio. Dal 2001 è stato direttore di Co.Di.Pr.A. – Condifesa Trento e ricopre
numerosi ruoli istituzionali in diverse società del settore. È nel consiglio di
amministrazione di aziende che si dedicano all’innovazione come Trentino Invest.

0
0
0
s2sdefault


L'Associazione Nazionale dei Condifesa – Asnacodi – costituita nel 1982, svolge a livello nazionale compiti di coordinamento, rappresentanza e tutela, dei 62 Consorzi di Difesa associati operanti nel settore della prevenzione e gestione dei rischi d'impresa in agricoltura.

Recapiti
Via Bergamo 3 00198 - Roma (RM)
06 - 44.24.37.52
comunicazioni@asnacodi.it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter